Inserito da Alessandra Articoli in primo piano, Cenni di biologia

PICCIONE QUESTO SCONOSCIUTO-ORIGINI E NON SOLO (parte 5)

La SA.FI allontanamento volatili , con questo post, porta a termine informazioni dettagliate e curiose che interessano l’infestazione da piccioni.
In questo post vogliamo illustrare in breve le PATOLOGIE POTENZIALMENTE TRASMISSIBILI ALL’UOMO DAL PICCIONE.
Senza allarmismi ma sicuramente con attenzione ed un occhio di riguardo al problema vogliamo mettervi in guardia su un problema che proprio superficiale non e’.
Il problema sulla salute umana ha portato comuni ed enti a far eseguire ricerche su un tema non indifferente che si presenta da molti anni: una sovrabbondanza di piccioni nei centri urbani.
Sono stati effettuati studi epidemiologici che hanno portato ad esiti positivi e quindi a tutelare la salute umana.
Anche se risulta difficile stabilire l’entità del rischio di trasmissione di patologie dal piccione all’uomo, e’ certo comunque che il rischio cresca con l’aumentare della concentrazione di piccioni nell’ambiente umano…più volatili ci sono e più alto e’ il rischio di infezioni o di infestazione da parassiti.
Infatti più piccioni ci sono e più guano (fecalizzazione) viene prodotto.
Il guano del piccione è il motivo principale di questo problema; lo stesso rimane infettante anche quando oramai e’ disseccato.
Come abbiamo già detto in un altro nostro post il guano secco ha più possibilità di essere inalato e spesso, con il vento, ha facile accesso agli ambienti frequentati dall’uomo.
Come in ogni problema infettivo a farne le spese sono soprattutto i bambini, gli anziani e immunodepressi; in ambito lavorativo a rischio sono veterinari, restauratori, operatori ecologici, allevatori….
Classifichiamo qui di seguito molto brevemente, le patologie trasmissibili dal piccione:
MALATTIE BATTERICHE
LaPSITTACOSi(o ornitosi),
nota col nome di clamidiosi aviare, è una malattia respiratoria
dell’uomo causata da un agente patogeno di natura batterica, Chlamydophila psittaci
(risistemazione tassonomica dei ceppi aviari di Chlamydia psittaci), e contratta mediante
esposizione a materiale infetto (normalmente materiale fecale) proveniente da specie aviarie.
Serbatoio della malattia sono prevalentemente gli uccelli della famiglia degli Psittacidi (pappagalli,
pappagallini, parrocchetti) ma anche alcune specie domestiche e sinantropiche quali i piccioni, il
pollame e i canarini e, alcune specie selvatiche quali le garzette, i gabbiani e le procellarie.
LaSALMONELLOSI
è la zoonosi più segnalata nei paesi europei e i casi di infezione, nell’uomo e
negli animali, sono in continuo aumento ovunque.
LaCAMPILOBATTERIOSI
è una malattia infettiva dell’uomo e degli animali causata da un
microrganismo batterico, il Campylobacter jejuni.
La TUBERCOLOSI
è un’infezione di tipo nodulare a decorso cronico che colpisce gli animali
domestici e l’uomo, sostenuta da Mycobacterium tuberculosis.
Il micobatterio tubercolare può presentarsi in tre tipi principali: l’umano, il bovino, l’aviare.
La FEBBRE Q
è una zoonosi batterica sostenuta da Coxiella burnetii. La particolarità dell’agente
eziologico è la grande resistenza ambientale: ad esempio, esso sopravvive molti mesi nelle feci
disseccate delle zecche.
Serbatoi primari del microrganismo sono le specie selvatiche.
MALATTIE VIRALI
L’INFLUENZA AVIARE
è una malattia virale che interessa sia gli uccelli domestici sia i selvatici con
manifestazioni morbose di gravità molto variabile; è provocata da Ortomixovirus di tipo A, i quali
possono occasionalmente infettare alcuni mammiferi, tra cui l’uomo.
PSEUDOPESTE AVIARE (o MALATTIA di NEWCASTLE)
Tra
gli uccelli l’infezione è stata segnalata in più di 200 specie con diversa sensibilità: fagiano, pollo,
faraona, tacchino, quaglia, piccione, palmipedi.
MALATTIE PROTOZOARIE
La TOXOPLASMOSI
è una zoonosi sostenuta da un protozoo estremamente diffuso, il Toxoplasma
gondii. Essa rappresenta una delle infezioni più diffuse in tutto il mondo, sia negli animali che
nell’uomo. Nell’uomo assume una rilevanza clinica diversa nell’adulto, in cui, a meno che non si
tratti di soggetti immunodepressi, decorre in forma asintomatica, nel bambino o nelle donne in
gravidanza. L’infezione in corso di gravidanza può causare aborto, o gravi danni al sistema nervoso
centrale ed all’occhio.
MALATTIE FUNGINE
La CRIPTOCOCCOSI
è un’infezione fungina sostenuta da Cryptococcus neoformans, lievito
saprofita diffuso in tutto il mondo e talvolta responsabile di infezioni benigne e asintomatiche.
Il microrganismo è frequentemente riscontrato nei posatoi, nei siti di nidificazione e, in generale,
nel terreno contaminato da feci di piccione: la creatinina presente nelle feci di piccione viene
utilizzata come fonte di azoto, favorendo lo sviluppo e la persistenza nel terreno del
microrganismo.
La sorgente di infezione, sia per l’uomo sia per gli animali, è rappresentata dall’ambiente. Non
avviene trasmissione naturale dell’infezione per via diretta.
MALATTIE DA ECTOPARASSITI
ARGAS REFLEXUS
è una zecca molle ectoparassita del colombo che in questi ultimi anni si è posto
all’attenzione di quanti si interessino di problematiche connesse alla salute pubblica per la sua
capacità di infestare edifici adibiti ad uso civile, conseguenza della progressiva, stretta associazione
tra l’acaro e le popolazioni di piccioni.
In mancanza dell’ospite
naturale la zecca può rivolgersi ad ospiti alternativi tra i quali l’uomo.
Beh, non c’e’ che l’imbarazzo della scelta !
La nostraazienda di allontanamento volatili continua a dare informazioni NON per fare terrorismo ma per far capire l’importanza di effettuare bonifiche da guano piccioni... NON sottovalutate ma affrontate subito il problema in caso si presenti.
Speriamo che le nostre informazioni siano state per voi materiale curioso ed interessante perche’ c’e’ sempre da imparare ….. anche per noi, credeteci !!!
Tag:, , , , ,

Profilo Autore

Alessandra

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by wp-copyrightpro.com

Contatto WhatsApp