Inserito da Alessandra Articoli in primo piano, Cenni di biologia

PICCIONE QUESTO SCONOSCIUTO-ORIGINI E NON SOLO (parte 3)

La SA.FIallontanamento volatili prosegue con le informazioni sui piccioni e in questo post parleremo del loro comportamento.
Esistono differenze di comportamento da piccione urbano e piccione selvatico.
Per esempio il volo del piccione selvatico e’ più veloce e può arrivare addirittura a 185 Km orari con colpi rapidi; il piccione urbano invece ha un volo più lento, meno scattante, caratteristica infatti legata ai piccioni viaggiatori e alla loro origine domestica per la quale non servono lunghi voli per trovare il cibo.
Tuttavia anche il piccione urbano ha imparato a compiere tragitti piu’ lunghi per cercare il cibo al di fuori del centri urbani (campagne, silos, magazzini agricoli); questo pero’ accade nei piccoli centri urbani perche’ nelle grandi città oramai il piccione urbano e’ completamente dipendente dall’uomo.
Inoltre chiunque riesca ad osservare gruppi di piccioni urbani nelle campagne circostanti le citta’ potra’ notare la differenza di assoluta tranquillità nelle aree interne (urbane) e il grande pericolo nell’ambiente esterno.
Questo e’ dato dalla notevole capacita’ di apprendimento che consente lorodi riconoscere le persone e i gesti delle stesse che in precedenza hanno dato loro cibo e di riconoscere il pericolo se anche solo una volta hanno avuto l’occasione di incontrarlo.
I piccioni hanno una rapida capacità di acquisire informazioni e comportamenti tanto da memorizzare luoghi e tempi per la fornitura di cibo addirittura quando avviene con regolare periodicità.
Si puo’ assistere all’arrivo di intere colonie somministrando cibo in uno stesso luogo e ad uno stesso orario; questo potrebbe essere utile in caso di un’eventuale contenimento della popolazione con metodiche anticoncezionali chimiche.
Il altre situazione e’ loro abitudine sostare su cornicioni, sporgenze, tetti, giardini e ovviamente dove vi e’ presenza di cibo.
La notte di solito i piccioni cercano rifugio in posti protetti come campanili, torri, soffitte, buchi nei muri, cavita’, purche’ ben riparati.
Anche per nidificare i piccioni cercano luoghi protetti e non frequentati, possibilmente chiusi e poco esposti…spesso sono gli stessi luoghi della notte. Mentre per dormire hanno bisogno di un semplice appoggio, per la nidificazione hanno bisogno di un luogo un piu’ grande per il nido e per i piccoli (due) per quando saranno un po’ piu’ grandi.
Si possono trovare anche nidificazioni in luoghi esposti e anche poco protetti….questo e’ perche’ il piccione non ha trovato di meglio e quindi si adatta anche a situazioni peggiori.
Non rientra nella normale biologia del piccione nidificare sugli alberi ma anche a questo, in mancanza di meglio, il piccione si adatta con facilita’.
Lo spirito di orientamento del piccione e’ eccezionale e questa dote spicca notevolmente nel piccione viaggiatore.

continua…

dAQBaRAM5drrhdn5dw155h114urlhttp2.bp_.blogspot.com-rzJHrRzMGO0TmZ48nuH6rIAAAAAAAAAAoFqC2ATEk-Fcs860piccioniblog2

… e siamo anche qui ...

Tag:, , ,

Profilo Autore

Alessandra

Write a Reply or Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by wp-copyrightpro.com

Contatto WhatsApp